Autorizzo trattamento dati (informativa)
 
HOME
|
CHI SIAMO
|
PRODOTTI
|
INFORMAZIONI
|
BIBLIOTECA
|
ARTICOLI ERBORISTICI
|
ERBARIO
|
CONDIZIONI DI VENDITA
|
CESTINO
|
CERCA
|
CONTATTI
 
Sandalo

Sandalo

Il Sandalo, Santalum album, è un albero sempreverde appartenente alla famiglia delle Santalaceae, che nella piena maturità può raggiungere i 10 metri di altezza.
L'albero è molto longevo e sembra che in zone pedoclimatiche favorevoli possa vivere fino a 100 anni, ha il tronco eretto con una corteccia scura e liscia negli esemplari giovani, che diviene rossastra-marrone con superficie rugosa e fissurata nelle piante più vetuste.
E' apprezzato come pianta ornamentale per il bel portamento e la chioma sempreverde formata da foglie lanceolate di colore verde brillante dalla superficie lucida, con fiori colore rosso intenso riuniti in pannocchie che spuntano all'ascella delle foglie; il frutto, una drupa rosso scuro prodotta dopo il terzo anno, contiene 5 semi che costituiscono il cibo per numerosi uccelli, che contribuiscono a diffondere la pianta allo stato selvatico nelle zone circostanti.
Il Sandalo, noto soprattutto per il suo legno profumato dal quale si estrae un olio essenziale dalla profumazione particolare, molto gradevole e caratteristica, è conosciuto anche col nome di Sandalo citrino, Mysore Sandalwood, Sandalo Mysore, Indian Sandalwood, Sandalwood Tree, e molti altri, secondo il paese in cui cresce allo stato spontaneo o coltivato. Originario dell'Asia e dell'Australia, è diffuso in India meridionale, Indonesia orientale, Malesia, Filippine e in Oceania, paesi in cui si è ben acclimatato nelle foreste tropicali o subtropicali dal clima caldo-umido e piovoso, anche se l'albero resiste bene alla siccità, poiché pur essendo dotato di un apparato radicale proprio, in zone dal clima secco si adatta a crescere in associazione simbiotica o semi-parassitica con altri vegetali, dai quali trae il proprio nutrimento mediante le proprie radici che si diramano fra quelle degli alberi circostanti, sottraendo loro acqua e sali minerali.

Proprietà e Indicazioni
Il legno del Sandalo, con la corteccia e le radici, costituisce la parte officinale della pianta, da cui si estrae un olio essenziale che, per uso interno, è indicato per il drenaggio dei liquidi corporei, la funzionalità delle vie urinarie, per migliorare la funzione digestiva, regolare la motilità gastrointestinale e l'eliminazione dei gas. Ha proprietà antiossidanti e stimola le naturali difese dell'organismo.
Per uso esterno il suo gradevole aroma speziato, con note penetranti legnose, è indicato nei diffusori di essenze, negli umidificatori per profumare l'ambiente, per confezionare stick e bastoncini di incenso che bruciando diffondono la profumazione nell'aria circostante, nelle candele profumate, per le candeline tealights, per cialde di cera per diffusori.
Il legno si presenta di colore giallo o biancastro, e il suo contenuto in olio essenziale volatile aumenta man mano che l'albero diviene più maturo, e invecchiando la sua tipica fragranza muschiata diviene più intensa. E' necessario che l'albero giunga almeno ai 25 anni per poter contenere il 3% di olio essenziale, e più l'albero invecchia, migliore è la qualità dell'essenza, e maggiore la quantità prodotta dalle radici e dal tronco in particolare.
I componenti responsabili dell'aroma sono gli alcoli terpenici, fra cui il principale è il santalolo, che dà all'olio essenziale il maggior pregio se è contenuto nella misura del 90%, concentrazione presente solo in alberi di almeno 80 anni. La fragranza del legno del Sandalo è caratterizzata da note legnose intense, calde e balsamiche, dolci e avvolgenti.
Il suo uso come essenza aromatica risale a oltre 4000 anni fa, in India è chiamato "albero del paradiso" poiché lo si riteneva capace di proteggere dagli spiriti maligni; è inoltre utilizzato nelle funzioni religiose anche mediante l'uso di incensi impregnati dell'olio essenziale, che diffondono nell'ambiente la sua profumazione, stimolando la meditazione e la concentrazione mentale nelle sedute di Yoga, per la sua azione calmante che aiuta ad attenuare lo stress e l'ansia. L'Ayurveda indiana consiglia tradizionalmente il Sandalo per favorire la cicatrizzazione di lesioni e ferite, e ne esalta le proprietà afrodisiache che si rivelano mediante il massaggio.
Attualmente il Sandalo è considerato una pianta in via di estinzione, tanto che l'essenza naturale, utilizzata particolarmente in profumeria e cosmesi per la preparazione di saponi, bagnoschiuma, sali da bagno, cosmetici quali creme per viso, mani e corpo, oli e burri nutrienti, stick labbra, lozioni dopobarba e deodoranti, acque profumate idratanti, profumi, eau de toilette, sacchetti profumati per cassetti e armadi, stick per profumatori d'ambiente, è ormai divenuta molto rara e utilizzata solo da pochi marchi commerciali e in produzioni limitate (come sostituto si utilizza spesso Amyris balsamifera, dall'aroma somigliante e perciò chiamata anche Sandalo delle Indie Occidentali, originario di Haiti).
L'olio essenziale di Sandalo può essere utilizzato per uso esterno come cosmetico, aromaterapico, nei diffusori di essenze per profumare l'ambiente, negli umidificatori, per suffumigi.
Sandalo



Condividi:FacebookTwitterwhatsapp