Home
Chi siamo
Prodotti
Informazioni
Biblioteca
Articoli
Erbario
Condizioni di vendita
Cestino
Cerca
Link
Contatti
 
Newsletter

Consenso privacy
 Cerca prodotti
 Ricerca avanzata >>
Catalogo prodotti
Novità
Offerte
Buoni Regalo
Acne e pelli impure
Adattogeni
Alimenti biologici
Alito cattivo
Allergie
Aloe Vera e Arborescens
Animali
Ansia e insonnia
Anticellulite
Antiossidanti
Antirughe e anti-età
Argilla
Articolazioni, reumatismi
Ayurveda
Bambini e neonati
Cefalea, stati infiammatori
Circolazione
Cistite, Calcoli
Colesterolo, Glicemia
Cosmetici
Cosmetici per il Make-up
Creme viso e corpo
Cura dei capelli
Cura del seno
Detergenti viso e corpo
Depurativi
Difese immunitarie
Dimagranti
Disturbi digestivi
Energetici e tonificanti
Erbe officinali
Fermenti lattici e Ferro
Fiori Australiani
Fiori di Bach
Germogliatori e Semi bio
Gravidanza, allattamento
Idee regalo
Igiene orale
Igiene personale
Lesioni della pelle
Libri e ricettari
Massaggio e Relax
Memoria e Stress
Menopausa
Micosi, parassiti
Micoterapia - Funghi
Occhi e orecchie
Oli essenziali
Pelli sensibili
Pressione arteriosa
Problemi femminili
Problemi maschili
Prodotti della Sardegna
Prodotti dell'Alveare
Profumi e deodoranti
Profumi per ambienti
Repellenti per insetti
Ritenzione idrica
Sfera sessuale
Smagliature
Solari
Sport e attività fisica
Stitichezza e gonfiore
Tea Tree Oil
Tè e Infusi
Tisane
Tinture per i capelli
Tinture all'Hennè
Vie respiratorie
Vie urinarie
Vitamine e sali minerali

Hennè (Lawsonia inermis)

Hennè (Lawsonia inermis)

La Lawsonia inermis è un frutice spinoso appartenente alla famiglia delle Lythraceae, di cui costituisce l'unica specie; è sinonimo di Lawsonia alba, per il delicato colore bianco-rosato dei suoi fiori molto profumati, mentre il nome inermis si riferisce al fatto che talvolta l'arbusto è privo di spine. La pianta deve il nome botanico a Linneo che volle dedicarla al medico inglese John Lawson, che la notò in uno dei suoi viaggi descrivendola in un libro pubblicato a Londra nel 1709.
La Lawsonia inermis è una pianta originaria delle regioni subtropicali del bacino del Mediterraneo che può raggiungere, in condizioni ottimali, anche alcuni metri di altezza, diventando molto longeva; oggi è diffusa e coltivata in tutti i paesi arabi, in Nordafrica dal Marocco, all'Egitto, alla Tunisia, in Asia minore, Iran, fino all'India occidentale; ma la coltivazione si è estesa fino alla Cina e alla Florida.
Dalle foglie e dai rami essiccati, macinati finemente, si ottiene una polvere giallo-verdastra chiamata Hennè, o Henna o Enna, utilizzata in cosmesi per le sue proprietà tintòrie, nella medicina tradizionale e anche nelle cerimonie religiose musulmane.
L'Hennè, conosciuto anche come Alcanna vera o Alcanna d'Oriente, è usato da secoli nei paesi di origine come colorante dei capelli, che assumono riflessi ramati più o meno intensi a seconda del colore di base. Per la pelle è utilizzato per tatuaggi temporanei; la polvere di Hennè era utilizzata come pratica religiosa e tradizionale per tingere la barba e i capelli, per tatuaggi che decorano le mani, i piedi e altre parti del corpo; in molti paesi questa usanza è ancora molto viva. E' adoperato anche per tingere fibre vegetali, legno, e pelli animali (cuoio).
L'uso come colorante dei capelli si è diffuso da alcuni anni anche in Europa, dove di recente è utilizzato anche per fare tatuaggi temporanei color rosso-bruno.
La sostanza responsabile delle proprietà coloranti dell'Hennè è il Lawsone, che può variare come concentrazione secondo le zone climatiche in cui è coltivato: un clima più caldo favorisce una maggiore concentrazione di Lawsone, e quindi una maggiore capacità colorante.

Proprietà e Indicazioni
Nei paesi di origine l'Hennè entra a far parte della medicina tradizionale, come rimedio per una grande varietà di disturbi: si utilizza l'estratto acquoso come collutorio per fare gargarismi contro il mal di gola; poiché gli si attribuiscono proprietà astringenti e antimicotiche, è anche utilizzato contro infiammazioni ed eruzioni della pelle, herpes, psoriasi, foruncoli, scottature, ematomi, forfora, seborrea del cuoio capelluto; sempre nei paesi di origine viene adoperato anche per uso interno per diversi disturbi dell'apparato gastrointestinale, nonostante il suo sapore molto amaro, e come abortivo per le proprietà oxitociche.
Nella moderna fitoterapia occidentale l'Hennè non è usato come fitoterapico, poiché le sue proprietà medicinali non sono ancora state studiate e confermate: il suo utilizzo è limitato alle sue proprietà cosmetiche come colorante e riflessante dei capelli, per ridurre l'eccessiva seborrea del cuoio capelluto, la forfora, e per tatuaggi temporanei della pelle.


Condividi:
Lerboristeria.com di CM Consulenze Sas (P.IVA 03190910921). info@lerboristeria.com - Copyright © 2000. Tutti i diritti riservati.
Testi e immagini presenti su questo sito appartengono a Lerboristeria.com o ai rispettivi proprietari. Ne è vietata la riproduzione in qualsiasi forma.
Vendita online in collaborazione con Erboristeria Aleanthos Srl (P.IVA 03057590923)
Questo sito utilizza cookie tecnici, anche di terze parti, per alcune sue funzionalità. Vedi la nostra cookie policy.